Metalli preziosi come funziona questo prestigioso mercato

Il mercato dei metalli preziosi è composto da una serie di negozi specializzati nell’acquisto di oro e argento in cambio di valuta. Questo mercato ha avuto, negli ultimi anni, una grande crescita. Sono infatti moltissime le persone che scelgono di vendere il proprio oro, sia questo contenuto in gioielli che in monete. Ma in realtà gli oggetti che contengono il metallo prezioso sono moltissimi: dalle protesi dentarie alle medaglie, dalle coppe alle posate. Avere un’idea di come viene valutato può aiutare a stimare il suo controvalore in denaro.
Ad oggi questi mercati sono soggetti ai controlli sulle leggi antiriciclaggio e disciplinati alla legge specifica sulle attività dei Compro Oro che la segreteria all’industria sta predisponendo insieme a Banca Centrale. Questa legge si chiamerà “disciplina del mercato dei metalli preziosi” e si pone come obiettivi principali quello di tutelare sia il cittadino che sceglie di vendere il proprio oro, sia il Fisco, combattendo evasione e riciclaggio. Guardia di Finanza e autorità di polizia competenti effettuano inoltre numerosi controlli per verificare la liceità delle transazioni commerciali. I controlli, particolarmente rigidi, sono dovuti principalmente alla necessità di contrastare illeciti. La provenienza dell’oro che viene ceduto per essere avviato alla fusione deve essere garantita per assicurare che non venga utilizzata come soluzione per i preziosi che provengono da furti e scippi.
La disciplina che regolamenta il settore è stata modificata ed irrigidita nel luglio dello scorso anno. Una legge specifica sui Compro Oro ha infatti stabilito che chi esercita tale attività lo faccia in modo esclusivo, come i Banco Metalli, oppure in via secondaria, come le banche. Per i primi è obbligatoria l’iscrizione ad un apposito registro istituito presso l’OAM (Organismo per gli agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi). Per potersi iscrivere è necessario essere in possesso della licenza prevista dall’articolo 127 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, necessaria per poter svolgere attività di commercio di metalli preziosi.
L’obbligo di identificazione del soggetto che cede il proprio oro è requisito indispensabile per ogni categoria. Sia le attività dei Compro Oro che le banche dovranno infatti procedere alla verifica dell’identità di coloro che si presentano per alienare gioielli e materiali preziosi. L’identificazione dovrà avvenire attraverso un documento in corso di validità prima della conclusione dell’operazione di compravendita.
Anche il limite di contante è stato ridotto, abbassandosi da 1.000 a 500 euro. La nuova soglia imposta dalla normativa antiriciclaggio prevede che ogni cessione di importo superiore a 500 euro venga perfezionata attraverso bonifico bancario oppure postale. Questo significa che ogni operazione che preveda importi superiori a 500 euro dovrà garantire la tracciabilità e la riconducibilità univoca al disponente. I dati del cedente dovranno essere riportati in schede numerate, che dovranno contenere le generalità, i beni ceduti con relative descrizione e metodo di valutazione e la tipologia di pagamento impiegato. Alla scheda dovranno essere allegate anche due fotografie dei beni alienati. Il tutto dovrà essere conservato per dieci anni dal momento della transazione ed esibito in caso di controllo da parte della Guardia di Finanza.
Negli ultimi periodi la cronaca ha riportato episodi di illeciti riguardanti però solo le aziende di piccole e medie dimensioni, in quanto i brand italiani ed internazionali e le grosse aziende che operano in franchising operano, proprio per le loro caratteristiche e per le politiche aziendali che mettono in atto, nel pieno rispetto delle normative vigenti. I numerosi controli effettuati dalla Guardia di Finanza hanno evidenziato, ancora una volta, quanta più trasparenza vi sia nei grossi brand che operano nel settore.
Per evitare fastidi ed essere sicuri di cedere i propri preziosi sempre ad aziende che operano con la massima trasparenza è quindi importante scegliere grandi realtà del settore.
Anche le valutazioni sono spesso diverse tra loro. Ad una quotazione ufficiale dell’oro 24 carati infatti, viene applicata una diminuzione percentuale che rappresenta il guadagno del Compro Oro. Rivolgersi a coloro che trattano grandi quantità di metalli preziosi permette di avere una maggiore quotazione e servizi aggiuntivi come il blocco prezzo online.